• Giglio Reduzzi

A che gioco giochiamo?

Aggiornamento: 7 giorni fa

Sulla guerra in atto tra Russia e Ucraina due riflessioni si impongono:


La prima è che sembra un improbabile gioco a chi perde di più: anche

se alla fine Putin dovesse vincere la guerra, perderà tutto il resto, a partire dalla residua simpatia dei Paesi confinanti, compresi quelli che parlano russo ma non amano i russi e/o il loro strano modo di liberarli dalla repressione ucraina.

Ma perderà anche l’Occidente perché è ormai assodato che le sanzioni adottate in risposta all’aggressione fanno più male a noi che a loro.


La seconda riflessione è che, dopo aver sentito cosa pensano Medvedev e Lavrov dell’Occidente, non resta che augurare lunga vita a Putin.

Altro che contare sul suo cattivo stato di salute!

7 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

E’ evidente che ai dirigenti della RAI non importa un fico secco della salute mentale dei cittadini. Altrimenti eviterebbero di accrescere l’ansia degli ascoltatori fornendo notizie terribili su situa

Sono molti i leghisti che si chiedono cosa aspetta Salvini a negare la fiducia a questo governo. Spero solo che non siano gli stessi che già lo volevano fuori dal governo nel 2019, salvo poi criticarl

La ricerca degli effettivi titolari e/o beneficiari di alcuni beni patrimoniali italiani è stata lunga e faticosa. Lo apprendiamo dai giornali a seguito dell’iniziativa governativa di sanzionare gli o