• Giglio Reduzzi

Ancora legge elettorale?

Quando nel Marzo del 2018 furono resi noti i risultati delle elezioni politiche e si capì che nessuna parte politica aveva vinto, se ne attribuì la colpa all’on. Ettore Rosato, principale estensore della legge elettorale.

Legge considerata troppo “proporzionale” per permettere l’emergenza di un solo partito.

Meglio sarebbe stato avere -si diceva- una legge a carattere “maggioritario”, come in Francia.

Poi nel corso della legislatura si è scoperto che il partito di Matteo Salvini cresceva a vista d’occhio a spese degli altri.

Per cui ora è forte il timore, da parte dei partiti minori, che alla prossima tornata elettorale Matteo Salvini possa ottenere una vittoria netta ed ottenere quel modesto supplemento di seggi che la legge attuale gli assegna.

Ragion per cui la legge elettorale elaborata dall’on. Rosato ora viene rimessa in discussione. Ma non -come ci si aspettava un anno fa- per renderla meno proporzionale, bensì per renderla ancor più proporzionale di prima!

4 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Bergoglio e Mattarella

Duole dirlo, ma la triste realtà è che nessuno dei due ci ama. Non ci ama il Capo dello Stato italiano, perché, se ci amasse davvero, non avrebbe mandato al governo degli incapaci, pur di far contenta

Sono Giorgia

Ho letto il libro di Giorgia Meloni. Quanta cultura! E poi dicono che la cultura è solo di sinistra. Chi in Parlamento può dire di aver letto la metà dei libri che ha letto lei, magari in lingua origi

La Chiesa mi ha fregato!

E dire che pochi sono cresciuti all’ombra del campanile come è stato per me. Prima di laurearmi, l’Università Cattolica di Milano mi ha fatto recitare il giuramento antimodernista di Pio X. Adesso, se