• Giglio Reduzzi

Basta una parola

A proposito dell’ArcelorMittal, ieri il ministro Stefano Patuanelli (che è considerato il miglior fico del bigoncio M5S), ha detto di aver fatto all’azienda una proposta e di essere ora in attesa di una risposta dalla “controparte”.

Ecco: a volte una parola vale più di un lungo discorso.

Se l’ArcelorMittal è considerata “controparte”, vuol dire che il governo sta da un’altra parte.

Tutto molto chiaro: peccato che le aziende, per esistere, avrebbero bisogno di un esecutivo che stia dalla loro stessa parte, come avviene in tutto il mondo, persino in Cina.

16 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Salvini "Defensor Fidei" ?

Coloro che esprimono meraviglia per il fatto che Salvini sia rimasto l’unico (insieme all’ex boyscout Renzi) a difendere i valori del cristianesimo nell’aula del Senato dimostrano di avere la memori

L'uomo dei record

Esiste un uomo che è diventato Premier di un grande Paese senza aver mai fatto politica, neppure a livello comunale? Sì, è italiano e si chiama Giuseppe Conte. Esiste un uomo capace, in due anni conse

Nuove delusioni

La mia passione per la politica viene da lontano. Quando i miei compagni d’università andavano in Svezia per godere della maggior libertà sessuale ivi praticata, io, cretino, andavo a Londra per veder