• Giglio Reduzzi

Birichini questi calabresi!

Mi fa piacere sapere dal coraggioso conduttore televisivo Massimo Giletti (avercene!) che ci sono più calabresi all’estero che in patria.

Mi farebbe ancora più piacere apprendere che alcuni di coloro che sono andati a vivere in USA e Canada, invece di rimanere lì a godere dei vantaggi acquisiti, tornassero nella loro regione d’origine per introdurvi alcuni di quei vantaggi.

Tanto per cominciare, basterebbe che trasferissero in patria il concetto, tanto diffuso in America, ma ignoto in Italia, che lo Stato non è un ente supremo cui vanno riconosciuti diritti superiori a quelli che spettano ai cittadini.

E che, pertanto, chi rappresenta lo Stato, a qualsiasi livello, è semplicemente un “civil servant”, che non ha diritto di circondarsi di venticinque collaboratori, quando gliene basta uno.

Né di sottrarsi alle domande dei giornalisti.

Tanto meno di cacciarli, minacciando di chiamare la polizia e, con ciò, dimenticando che anche coloro che tutelano l’ordine pubblico sono dei civil servant, posti a difesa del cittadino e non solo, né principalmente, dell’autorità.

8 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Se davvero si vuole riformare la Scuola (come sarebbe ora e tempo di fare) occorre preliminarmente prendere due iniziative rivoluzionarie, che sarà dura far passare in Parlamento: a) togliere v

Pare che Bruxelles abbia chiesto a Giorgia Meloni di far sbarcare in Italia i migranti presenti sulle navi ONG. Spero che il nostro nuovo Premier abbia risposto picche, perché sbarco non significa sal

Stringe il cuore percorrere i viali delle vecchie “zone industriali” e vedere che due capannoni su tre sono chiusi. Vuoi perché l’attività produttiva che vi si svolgeva è finita all’estero o perché è