• Giglio Reduzzi

Brexit

Aggiornamento: 3 gen 2019

Ho sempre avuto ammirazione per la politica inglese.

Consideravo un privilegio aver potuto assistere, già da studente, ad una seduta della loro Camera Bassa.

Più recentemente ero orgoglioso che, avendo chiesto via e-mail al loro personale di spiegarmi una procedura parlamentare che non capivo (quella del “Catching the Speaker’s eye”), mi avessero risposto in soli tre giorni (mentre so per esperienza che un’analoga domanda alla nostra Camera dei Deputati sarebbe stata semplicemente ignorata).

Sono pertanto deluso dal comportamento degli inglesi in materia di Brexit.

Hanno impiegato tre anni per raggiungere un accordo con l’Unione Europea sulle modalità di uscita ed ora rimettono tutto in discussione?

Ma che modo di fare è?

E poi chi l’ha detto che l’UE li riprenderebbe, se ci ripensassero?

L’Europa non è un tram senza porte sul quale puoi salire e dal quale puoi scendere quando vuoi.



12 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Pare che Bruxelles abbia chiesto a Giorgia Meloni di far sbarcare in Italia i migranti presenti sulle navi ONG. Spero che il nostro nuovo Premier abbia risposto picche, perché sbarco non significa sal

Stringe il cuore percorrere i viali delle vecchie “zone industriali” e vedere che due capannoni su tre sono chiusi. Vuoi perché l’attività produttiva che vi si svolgeva è finita all’estero o perché è

Un imbarazzato Segretario di Stato vaticano ha appena annunciato che tra due giorni Papa Francesco andrà a Manama, capitale del Bahrain. La notizia è piombata sugli ascoltatori come un fulmine a ciel