• Giglio Reduzzi

C'è migrante e migrante

I migranti non sono tutti uguali.

Quelli che scappano dalle guerre -e pertanto avrebbero più bisogno degli altri di essere accolti- non li accogliamo, ma paghiamo profumatamente quel cattivone di Erdogan perché li tenga lui.

Quelli che vengono dall’Africa e non scappano da nessuna guerra li dobbiamo accogliere noi italiani e guai a noi se ce li lasciamo sfuggire.

Piccolo particolare: come Erdogan tratti quei 3.6 milioni di profughi siriani non lo sappiamo.

Sappiamo solo che il Presidente turco è un feroce dittatore.

Il che induce a pensare che il trattamento che egli riserva a quei profughi non sia tanto diverso da quello che i libici riservano agli africani prima di imbarcarli in direzione Italia.

9 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Bergoglio e Mattarella

Duole dirlo, ma la triste realtà è che nessuno dei due ci ama. Non ci ama il Capo dello Stato italiano, perché, se ci amasse davvero, non avrebbe mandato al governo degli incapaci, pur di far contenta

Sono Giorgia

Ho letto il libro di Giorgia Meloni. Quanta cultura! E poi dicono che la cultura è solo di sinistra. Chi in Parlamento può dire di aver letto la metà dei libri che ha letto lei, magari in lingua origi

La Chiesa mi ha fregato!

E dire che pochi sono cresciuti all’ombra del campanile come è stato per me. Prima di laurearmi, l’Università Cattolica di Milano mi ha fatto recitare il giuramento antimodernista di Pio X. Adesso, se