• Giglio Reduzzi

C'è migrante e migrante

I migranti non sono tutti uguali.

Quelli che scappano dalle guerre -e pertanto avrebbero più bisogno degli altri di essere accolti- non li accogliamo, ma paghiamo profumatamente quel cattivone di Erdogan perché li tenga lui.

Quelli che vengono dall’Africa e non scappano da nessuna guerra li dobbiamo accogliere noi italiani e guai a noi se ce li lasciamo sfuggire.

Piccolo particolare: come Erdogan tratti quei 3.6 milioni di profughi siriani non lo sappiamo.

Sappiamo solo che il Presidente turco è un feroce dittatore.

Il che induce a pensare che il trattamento che egli riserva a quei profughi non sia tanto diverso da quello che i libici riservano agli africani prima di imbarcarli in direzione Italia.

9 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Se davvero si vuole riformare la Scuola (come sarebbe ora e tempo di fare) occorre preliminarmente prendere due iniziative rivoluzionarie, che sarà dura far passare in Parlamento: a) togliere v

Pare che Bruxelles abbia chiesto a Giorgia Meloni di far sbarcare in Italia i migranti presenti sulle navi ONG. Spero che il nostro nuovo Premier abbia risposto picche, perché sbarco non significa sal

Stringe il cuore percorrere i viali delle vecchie “zone industriali” e vedere che due capannoni su tre sono chiusi. Vuoi perché l’attività produttiva che vi si svolgeva è finita all’estero o perché è