• Giglio Reduzzi

Cessioni con dote

Dicono che quando Enrico Piaggio propose a Giovanni Agnelli di acquistare la sua fabbrica, l’Avvocato gli abbia risposto che sì, era disposto a farlo purché, insieme alla “fabbrichetta” (così la chiamava lui), gli desse anche i soldi per saldare i debiti accumulati; cioè accompagnasse la cessione dell’ impresa con una “dote”.

Il che mi fa pensare che, in certi casi (Alitalia, ArcelorMittal, ecc.?) quando si cede un’azienda, bisogna essere disposti anche a versare dei soldi, anziché riceverne.
















0 visualizzazioni

Call

T: 

Follow me

© 2023 by Nicola Rider.
Proudly created with
Wix.com
 

  • Facebook Clean
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now