• Giglio Reduzzi

Come è buona con noi la Francia!

La Francia, bontà sua, si sarebbe detta disponibile a prendersi una ventina di quei disperati che sono appena sbarcati a Lampedusa.

Io sono restio a crederci, perché la Francia (come del resto gli altri Paesi UE) ha sempre posto come precondizione che si trattasse di “profughi”, cioè gente che scappa dalla guerra, e non di persone in cerca di una migliore sistemazione economica.

Ho quindi il sospetto che, in questa materia della “redistribuzione”, il governo rosso-giallo non ce la racconti giusta e che, di conseguenza, la Francia sia disposta ad accogliere, al massimo, uno o due immigrati. Visto che coloro che stanno sbarcando sono quasi tutti migranti economici.

Ammesso tuttavia che i nostri vicini, di fronte ad un governo desalvinizzato, abbiano davvero cambiato politica immigratoria, allora mi permetto di ricordare ai francesi che possono evitare di andare sino in Sicilia a prendere quei venti sans papier, perché a Ventimiglia i migranti fanno la fila per entrare in Francia.

Devono solo alzare la sbarra e contare fino a venti.

Faranno più in fretta e salvaguarderanno le…. priorità acquisite!

9 visualizzazioni1 commento

Post recenti

Mostra tutti

Da che parte sta Dio?

Dicono che il Papa, in quanto tale, goda dell’assistenza costante dello Spirito Santo, grazie alla quale può, in certi casi, diventare infallibile. Essendo egli il vicario di Cristo mi pare giusto che

Come riconoscere i migranti "buoni"

Come distinguere i migranti buoni dai cattivi. E’ molto semplice. Basta guardare il sesso e l’età. Se sono maschi sotto i vent’anni, sono migranti in cerca di fortuna che scappano da casa o sono incor

Auspici per il Nuovo Anno

Non so Voi, ma io mi accontenterei di un Nuovo Anno che ci regalasse: 1. Un Capo dello Stato rispettato in Italia ed all’estero e che non debba ricorrere all’interprete anche solo per dire “Buo