• Giglio Reduzzi

Come è buona con noi la Francia!

La Francia, bontà sua, si sarebbe detta disponibile a prendersi una ventina di quei disperati che sono appena sbarcati a Lampedusa.

Io sono restio a crederci, perché la Francia (come del resto gli altri Paesi UE) ha sempre posto come precondizione che si trattasse di “profughi”, cioè gente che scappa dalla guerra, e non di persone in cerca di una migliore sistemazione economica.

Ho quindi il sospetto che, in questa materia della “redistribuzione”, il governo rosso-giallo non ce la racconti giusta e che, di conseguenza, la Francia sia disposta ad accogliere, al massimo, uno o due immigrati. Visto che coloro che stanno sbarcando sono quasi tutti migranti economici.

Ammesso tuttavia che i nostri vicini, di fronte ad un governo desalvinizzato, abbiano davvero cambiato politica immigratoria, allora mi permetto di ricordare ai francesi che possono evitare di andare sino in Sicilia a prendere quei venti sans papier, perché a Ventimiglia i migranti fanno la fila per entrare in Francia.

Devono solo alzare la sbarra e contare fino a venti.

Faranno più in fretta e salvaguarderanno le…. priorità acquisite!

9 visualizzazioni1 commento

Post recenti

Mostra tutti

Salvini "Defensor Fidei" ?

Coloro che esprimono meraviglia per il fatto che Salvini sia rimasto l’unico (insieme all’ex boyscout Renzi) a difendere i valori del cristianesimo nell’aula del Senato dimostrano di avere la memori

L'uomo dei record

Esiste un uomo che è diventato Premier di un grande Paese senza aver mai fatto politica, neppure a livello comunale? Sì, è italiano e si chiama Giuseppe Conte. Esiste un uomo capace, in due anni conse

Nuove delusioni

La mia passione per la politica viene da lontano. Quando i miei compagni d’università andavano in Svezia per godere della maggior libertà sessuale ivi praticata, io, cretino, andavo a Londra per veder