• Giglio Reduzzi

Vive la France!

Se è vero quel che leggo, dobbiamo dire grazie alla Francia.

Infatti, dopo i tragici fatti di Nizza (di cui do per scontata la conoscenza), il governo francese tic-tuc-tac avrebbe convinto il nostro esecutivo ad effettuare quel blocco navale, a difesa delle nostre coste, che Giorgia Meloni e Matteo Salvini invano invocavano da anni.

Personalmente avrei preferito che, a prendere questa decisione, fosse stata l’Unione Europea.

Infatti, rebus sic stantibus, risulta evidente che:

  • la Francia è molto più potente dell’UE (e non si capisce perché la sinistra italiana debba essere tanto innamorata di quest’ultima);

  • ancora una volta abbiamo dato alla Francia una chiara dimostrazione di soumission;

  • forse la politica migratoria perseguita dal ministro precedente (Matteo Salvini), non era così “vomitevole” come il sig. Macron la definì prima che il rovesciamento di quella politica lo colpisse in casa sua!

13 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Da che parte sta Dio?

Dicono che il Papa, in quanto tale, goda dell’assistenza costante dello Spirito Santo, grazie alla quale può, in certi casi, diventare infallibile. Essendo egli il vicario di Cristo mi pare giusto che

Come riconoscere i migranti "buoni"

Come distinguere i migranti buoni dai cattivi. E’ molto semplice. Basta guardare il sesso e l’età. Se sono maschi sotto i vent’anni, sono migranti in cerca di fortuna che scappano da casa o sono incor

Auspici per il Nuovo Anno

Non so Voi, ma io mi accontenterei di un Nuovo Anno che ci regalasse: 1. Un Capo dello Stato rispettato in Italia ed all’estero e che non debba ricorrere all’interprete anche solo per dire “Buo