• Giglio Reduzzi

Cristiani e Musulmani


Adesso, cioè dopo che le posizioni culturali iniziali nel tempo si sono nettamente divaricate, i cristiani vengono invitati ad accogliere i musulmani come fratelli.

(Purtroppo la reciprocità ancora non c’è.)

Invece, quando esse erano molto simili, noi cristiani sparavamo contro gli islamici, come testimoniano le 700 torri saracene di cui sono cosparse le nostre coste.

E non serve neppure andare molto indietro nel tempo, perché pochi decenni fa cristiani e musulmani la pensavano alla stessa maniera su multi punti.

Per esempio sulla condizione della donna, sulla omosessualità e persino sulla subordinazione della legge civile a quella religiosa.

Insomma, adesso che avremmo qualche ragione in più per respingere i migranti musulmani, li accogliamo, male ma li accogliamo, mentre un tempo non lontano gli sparavamo contro.

Buffo, no?

54 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

L'origine del perdono

De Silvana numquam satis, verrebbe voglia di dire. Qualche giorno fa, su La Verità, Silvana De Mari ha scritto un articolo che avrà fatto sobbalzare sulla sedia più di una persona, ma è la pura verità

Il PD fa di necessità virtù

Come è noto, il PD è convinto che il governo del Paese gli tocchi per mandato divino, specie ora che riceve il supporto della Chiesa. Il partito di Letta fa proprio il detto: non lo fò per piacer mio

Solidarietà internazionale

Anche del Libano la comunità internazionale sembra essersi dimenticata, benché dovrebbe essere in cima alla lista delle nazioni che necessitano di solidarietà. Dopo il disastro che ha colpito Beirut l