• Giglio Reduzzi

Di quanto possiamo sforare?


Anche senza addentrarci ad esaminare la natura del debito (che ci porterebbe lontano),

visto che:

· per un Paese che abbia un debito, considerato normale, del 60% del PIL le regole comunitarie prevedono uno sforamento massimo (deficit) del 3% e che

· ad un Paese (come l’Italia) che ha un debito del 130% , la Commissione impone un deficit del 2%,

mi parrebbe logico concludere che :

· se un Paese (come la Francia) dovesse avere un debito del 95% (cioè a metà strada tra 60 e 130) gli si debba imporre uno sforamento massimo del 2,5% (che è a metà strada tra 2 e 3).

Questo dice la logica (e la matematica).

Ed il discorso vale, ovviamente, per tutte le situazioni intermedie.

Ma sarà proprio così? La Commissione europea sarà altrettanto rigorosa con la Francia quanto lo è con noi?

Speriamo.


15 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Come scelgono i ministri

Sto leggendo il libro di Paolo Ferri (“Il cacciatore di comete”) che descrive il lungo viaggio della sonda spaziale “Rosetta” verso una cometa dal nome impronunciabile (Churyumov-Gerasimenko) e dalla

Note per il Capo dello Stato

Le due o tre cosette che la Storia rimprovererà al capo dello Stato in carica sono, a mio avviso,: non aver capito che nel 2018, con la nomina a deputato di 300 ragazzi in cerca di prima occupazione e

Chrislam

Distratti dagli affari correnti, non ci siamo accorti che, quatto quatto, stava nascendo la nuova religione sincretica mondiale. Trattasi del “Chrislam”, cioè della fusione delle (cosiddette) religion

Call

T: 

Contact

Follow me

© 2023 by Nicola Rider.
Proudly created with
Wix.com
 

  • Facebook Clean
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now