• Giglio Reduzzi

Di quanto possiamo sforare?


Anche senza addentrarci ad esaminare la natura del debito (che ci porterebbe lontano),

visto che:

· per un Paese che abbia un debito, considerato normale, del 60% del PIL le regole comunitarie prevedono uno sforamento massimo (deficit) del 3% e che

· ad un Paese (come l’Italia) che ha un debito del 130% , la Commissione impone un deficit del 2%,

mi parrebbe logico concludere che :

· se un Paese (come la Francia) dovesse avere un debito del 95% (cioè a metà strada tra 60 e 130) gli si debba imporre uno sforamento massimo del 2,5% (che è a metà strada tra 2 e 3).

Questo dice la logica (e la matematica).

Ed il discorso vale, ovviamente, per tutte le situazioni intermedie.

Ma sarà proprio così? La Commissione europea sarà altrettanto rigorosa con la Francia quanto lo è con noi?

Speriamo.


15 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Salvini "Defensor Fidei" ?

Coloro che esprimono meraviglia per il fatto che Salvini sia rimasto l’unico (insieme all’ex boyscout Renzi) a difendere i valori del cristianesimo nell’aula del Senato dimostrano di avere la memori

L'uomo dei record

Esiste un uomo che è diventato Premier di un grande Paese senza aver mai fatto politica, neppure a livello comunale? Sì, è italiano e si chiama Giuseppe Conte. Esiste un uomo capace, in due anni conse

Nuove delusioni

La mia passione per la politica viene da lontano. Quando i miei compagni d’università andavano in Svezia per godere della maggior libertà sessuale ivi praticata, io, cretino, andavo a Londra per veder