top of page
  • Immagine del redattoreGiglio Reduzzi

Di quanto possiamo sforare?


Anche senza addentrarci ad esaminare la natura del debito (che ci porterebbe lontano),

visto che:

· per un Paese che abbia un debito, considerato normale, del 60% del PIL le regole comunitarie prevedono uno sforamento massimo (deficit) del 3% e che

· ad un Paese (come l’Italia) che ha un debito del 130% , la Commissione impone un deficit del 2%,

mi parrebbe logico concludere che :

· se un Paese (come la Francia) dovesse avere un debito del 95% (cioè a metà strada tra 60 e 130) gli si debba imporre uno sforamento massimo del 2,5% (che è a metà strada tra 2 e 3).

Questo dice la logica (e la matematica).

Ed il discorso vale, ovviamente, per tutte le situazioni intermedie.

Ma sarà proprio così? La Commissione europea sarà altrettanto rigorosa con la Francia quanto lo è con noi?

Speriamo.


16 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Quando un partito accetta, o addirittura propone, una schifezza del genere, non serve attendere che proponga una cosa buona per giustificare la scelta di votarlo. Non c’è proposta buona che possa comp

Ecco un problema che mi pongo da anni. Parlo del Consiglio di Sicurezza dell’ONU che, in teoria, dovrebbe essere l’organismo più potente del mondo. In teoria, perché, in pratica, esso non è riuscito a

Quelli del PD sono fatti così: non miglioreranno mai. Nelle altre democrazie , quando all’interno di un partito ci sono due candidati alla guida, chi vince diventa il leader effettivo e l’altro cambi

bottom of page