• Giglio Reduzzi

Formalmente a posto

Giuseppe Conte sa di essere inadatto al ruolo, ma essendo ambizioso, non pensa minimamente di doversi far da parte.

Almeno sino a quando anche chi l’ha nominato glielo farà capire o, meglio ancora, glielo dirà espressamente.

Ecco allora la sua strategia, che è poi tipica degli ambienti della Pubblica Amministrazione da cui proviene:

coinvolgere il maggior numero di persone in modo da diluire al massimo la responsabilità personale.

Fateci caso: ogni provvedimento che prende è sempre e solo la logica conseguenza di decisioni altrui.

Lui di suo non ci mette niente.

E’ per questo motivo che, al posto di un portavoce unico, il Premier nomina, prima, un commissario, poi un super-commissario ed infine una task force, andando nella direzione opposta a quella che tutti vorrebbero nel nome della chiarezza.

Ciò che conta per il Premier (e l’ambiente che lo circonda) è posi al riparo dalle critiche.

12 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

Papa Francesco è "cristiano"?

Qualche anno fa chiesero a papa Francesco se fosse davvero “cattolico”. La domanda era oziosa, perché era evidente che lo fosse. E difatti egli rispose in modo deciso (ed anche un po’ risentito) di es

Il fuoco di paglia del M5S

Se dovessi raccontare la storia del M5S alle mie nipotine la spiegherei nei termini che seguono. C’era una volta un attore comico brillante che attraeva spettatori sia nei teatri che nelle piazze. Si

Call

T: 

Contact

Follow me

© 2023 by Nicola Rider.
Proudly created with
Wix.com
 

  • Facebook Clean
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now