• Giglio Reduzzi

"GHE PENSI MI"

Aggiornamento: 12 ott 2018

Com’è noto, nel triennio 2014, 2015 e 2016 sono entrati in Italia circa 600.000 migranti irregolari.

Ebbene io penso che, ogni qualvolta uno di questi commette un reato, chi era al governo del Paese in quel periodo dovrebbe essere chiamato in giudizio in qualità di correo, per il fatto che, oltre a lasciarli venire, ci raccomandava di non abbandonare le nostre abitudini e quindi, implicitamente, si rendeva garante della loro buona condotta.

Purtroppo (e me ne dispiace) anche la Chiesa italiana ha commesso lo stesso errore quando, per i cento migranti ex nave Diciotti, ha detto: dateli a me che “ghe pensi mi” e poi il giorno dopo li ha lasciati scappare tutti ponendoli di fatto a nostro carico (e rischio).

Inoltre, e questo vale per tutti i migranti, buoni e cattivi, rimane il problema che il governo li ha fatti entrare senza aver prima chiesto l’autorizzazione ai suoi cittadini, cioè a coloro cui conferiva l’onere di conviverci, a dispetto di tutte le incompatibilità (culturali, religiose, economiche).

Mi pare che il governo, così facendo, più che “ farsi bello con i soldi degli altri”, si sia reso colpevole di un gigantesco “danno erariale”.




30 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Dicono che il Papa, in quanto tale, goda dell’assistenza costante dello Spirito Santo, grazie alla quale può, in certi casi, diventare infallibile. Essendo egli il vicario di Cristo mi pare giusto che

Come distinguere i migranti buoni dai cattivi. E’ molto semplice. Basta guardare il sesso e l’età. Se sono maschi sotto i vent’anni, sono migranti in cerca di fortuna che scappano da casa o sono incor

Non so Voi, ma io mi accontenterei di un Nuovo Anno che ci regalasse: 1. Un Capo dello Stato rispettato in Italia ed all’estero e che non debba ricorrere all’interprete anche solo per dire “Buo