• Giglio Reduzzi

"GHE PENSI MI"

Aggiornamento: 12 ott 2018

Com’è noto, nel triennio 2014, 2015 e 2016 sono entrati in Italia circa 600.000 migranti irregolari.

Ebbene io penso che, ogni qualvolta uno di questi commette un reato, chi era al governo del Paese in quel periodo dovrebbe essere chiamato in giudizio in qualità di correo, per il fatto che, oltre a lasciarli venire, ci raccomandava di non abbandonare le nostre abitudini e quindi, implicitamente, si rendeva garante della loro buona condotta.

Purtroppo (e me ne dispiace) anche la Chiesa italiana ha commesso lo stesso errore quando, per i cento migranti ex nave Diciotti, ha detto: dateli a me che “ghe pensi mi” e poi il giorno dopo li ha lasciati scappare tutti ponendoli di fatto a nostro carico (e rischio).

Inoltre, e questo vale per tutti i migranti, buoni e cattivi, rimane il problema che il governo li ha fatti entrare senza aver prima chiesto l’autorizzazione ai suoi cittadini, cioè a coloro cui conferiva l’onere di conviverci, a dispetto di tutte le incompatibilità (culturali, religiose, economiche).

Mi pare che il governo, così facendo, più che “ farsi bello con i soldi degli altri”, si sia reso colpevole di un gigantesco “danno erariale”.




30 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

E’ evidente che ai dirigenti della RAI non importa un fico secco della salute mentale dei cittadini. Altrimenti eviterebbero di accrescere l’ansia degli ascoltatori fornendo notizie terribili su situa

Sono molti i leghisti che si chiedono cosa aspetta Salvini a negare la fiducia a questo governo. Spero solo che non siano gli stessi che già lo volevano fuori dal governo nel 2019, salvo poi criticarl

La ricerca degli effettivi titolari e/o beneficiari di alcuni beni patrimoniali italiani è stata lunga e faticosa. Lo apprendiamo dai giornali a seguito dell’iniziativa governativa di sanzionare gli o