• Giglio Reduzzi

Il fine giustifica i mezzi?

Io appartengo alla vecchia scuola.

Quella in cui ci insegnavano che il fine non giustifica i mezzi.

Cioè che nessuna finalità, per quanto buona, autorizza ad usare metodi illegali.

Ora il giornale dei vescovi (Avvenire) ci dice che il Bene viene prima della Legge.

Questa è una novità assoluta, che non fa più scalpore solo perché si accompagna a tutte le altre innovazioni di questi ultimi anni.

A chi sostiene questa tesi faccio osservare che la Legge nasce proprio per stabilire una volta per sempre i confini del Bene, dato che in molti casi risulta difficile distinguere il Bene dal Male.

Una legge che dicesse “Vietato uccidere” sarebbe una legge inutile.

Non così una legge che, per permettere al cittadino di godere di un servizio, imponga il pagamento di un canone.

8 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Salvini "Defensor Fidei" ?

Coloro che esprimono meraviglia per il fatto che Salvini sia rimasto l’unico (insieme all’ex boyscout Renzi) a difendere i valori del cristianesimo nell’aula del Senato dimostrano di avere la memori

L'uomo dei record

Esiste un uomo che è diventato Premier di un grande Paese senza aver mai fatto politica, neppure a livello comunale? Sì, è italiano e si chiama Giuseppe Conte. Esiste un uomo capace, in due anni conse

Nuove delusioni

La mia passione per la politica viene da lontano. Quando i miei compagni d’università andavano in Svezia per godere della maggior libertà sessuale ivi praticata, io, cretino, andavo a Londra per veder