• Giglio Reduzzi

Il fine giustifica i mezzi?

Io appartengo alla vecchia scuola.

Quella in cui ci insegnavano che il fine non giustifica i mezzi.

Cioè che nessuna finalità, per quanto buona, autorizza ad usare metodi illegali.

Ora il giornale dei vescovi (Avvenire) ci dice che il Bene viene prima della Legge.

Questa è una novità assoluta, che non fa più scalpore solo perché si accompagna a tutte le altre innovazioni di questi ultimi anni.

A chi sostiene questa tesi faccio osservare che la Legge nasce proprio per stabilire una volta per sempre i confini del Bene, dato che in molti casi risulta difficile distinguere il Bene dal Male.

Una legge che dicesse “Vietato uccidere” sarebbe una legge inutile.

Non così una legge che, per permettere al cittadino di godere di un servizio, imponga il pagamento di un canone.

8 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Progredire non è trasgredire

L’esperienza di vita dovrebbe averci insegnato che i dieci comandamenti sono cosa buona e giusta anche per i non credenti. Lo stesso dicasi per alcuni valori naturali che stanno alla base di un’ordina

Ecumenismo ed ultra-ecumenismo

La svolta ultra-ecumenica verificatasi con la Dichiarazione di Abu Dhabi (che mette tutte le religioni sullo stesso piano) è frutto esclusivo di questo papato ed ha colto tutti di sorpresa. Non sarei

Omosessualità no, ma....

La recente dichiarazione della Congregazione per la Dottrina della Fede (CDF) che nega ai sacerdoti la facoltà di benedire le coppie omosessuali, essendo di un’ovvietà assoluta, era del tutto superflu

Call

T: 

Follow me

© 2023 by Nicola Rider.
Proudly created with
Wix.com
 

  • Facebook Clean
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now