• Giglio Reduzzi

Il modello Taranto

Aggiornamento: 5 ago 2020

Ieri pomeriggio la TV di Stato ci ha fatto vedere un edificio scolastico in provincia di Taranto che, inaugurato solo quattro anni fa, era stato subito abbandonato a causa di una infiltrazione d’acqua e che poi, invece di ricevere le cure necessarie, fu lasciato “ammalorare” fino a diventare preda di vandali, che ne hanno asportato tutto l’asportabile.

Mi è venuto da piangere.

Ma il mio dispiacere è aumentato ulteriormente quando ho pensato che, in base alla vigente legislazione (che, come noto, non lascia spazio alle autonomie regionali), nulla impedisce che l’ex preside di quell’istituto tarantino ora diriga un distretto scolastico in provincia di Bergamo.

(Secondo il giornalista Nino Materi, nel 2014, nella scuola primaria della provincia di Bergamo, il 100% delle cattedre risultava affidato ad insegnanti del Sud.

Fonte: Il Giornale del 12 agosto 2014.)

12 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Se davvero si vuole riformare la Scuola (come sarebbe ora e tempo di fare) occorre preliminarmente prendere due iniziative rivoluzionarie, che sarà dura far passare in Parlamento: a) togliere v

Pare che Bruxelles abbia chiesto a Giorgia Meloni di far sbarcare in Italia i migranti presenti sulle navi ONG. Spero che il nostro nuovo Premier abbia risposto picche, perché sbarco non significa sal

Stringe il cuore percorrere i viali delle vecchie “zone industriali” e vedere che due capannoni su tre sono chiusi. Vuoi perché l’attività produttiva che vi si svolgeva è finita all’estero o perché è