• Giglio Reduzzi

Il Museo Egizio


Ieri sera Alberto Angela, illustrandoci il museo egizio di Torino, ci ha mostrato reperti archeologici che sono stati datati ad oltre 4.000 anni orsono.

Mi sono commosso pensando che tali reperti, non solo erano anteriori alla nascita di Cristo, ma addirittura a quella di Mosè, dato che quest’ultimo pare sia vissuto attorno al 1200 avanti Cristo. Infatti 2000 + 1200 fa “solo” 3200.

Alcuni di questi reperti invece risalirebbero proprio a 3200 anni fa.

Il che vuol dire che, mentre essi venivano costruiti, Mosè abitava ancora nel palazzo del faraone, o se n’era appena andato per compiere la sua memorabile impresa.

Non solo, ma quando Angela ci ha mostrato quel telo di lino di tanti secoli fa, non ho potuto fare a meno di pensare che un telo analogo è custodito proprio lì a Torino ed ha contenuto il corpo di Cristo morto: la Sindone.

Che combinazione!

11 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Da che parte sta Dio?

Dicono che il Papa, in quanto tale, goda dell’assistenza costante dello Spirito Santo, grazie alla quale può, in certi casi, diventare infallibile. Essendo egli il vicario di Cristo mi pare giusto che

Come riconoscere i migranti "buoni"

Come distinguere i migranti buoni dai cattivi. E’ molto semplice. Basta guardare il sesso e l’età. Se sono maschi sotto i vent’anni, sono migranti in cerca di fortuna che scappano da casa o sono incor

Auspici per il Nuovo Anno

Non so Voi, ma io mi accontenterei di un Nuovo Anno che ci regalasse: 1. Un Capo dello Stato rispettato in Italia ed all’estero e che non debba ricorrere all’interprete anche solo per dire “Buo