top of page
  • Immagine del redattoreGiglio Reduzzi

Il Museo Egizio


Ieri sera Alberto Angela, illustrandoci il museo egizio di Torino, ci ha mostrato reperti archeologici che sono stati datati ad oltre 4.000 anni orsono.

Mi sono commosso pensando che tali reperti, non solo erano anteriori alla nascita di Cristo, ma addirittura a quella di Mosè, dato che quest’ultimo pare sia vissuto attorno al 1200 avanti Cristo. Infatti 2000 + 1200 fa “solo” 3200.

Alcuni di questi reperti invece risalirebbero proprio a 3200 anni fa.

Il che vuol dire che, mentre essi venivano costruiti, Mosè abitava ancora nel palazzo del faraone, o se n’era appena andato per compiere la sua memorabile impresa.

Non solo, ma quando Angela ci ha mostrato quel telo di lino di tanti secoli fa, non ho potuto fare a meno di pensare che un telo analogo è custodito proprio lì a Torino ed ha contenuto il corpo di Cristo morto: la Sindone.

Che combinazione!

12 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Magistrati e Migranti

Perché il giudice di Catania sbaglia. Non è in suo potere verificare la compatibilità delle leggi ordinarie italiane con il diritto comunitario. Al massimo, se vuole, può raffrontarle con la Costituzi

Matteo Messina Denaro

Martedì sera (25 settembre) RAI3 ha dedicato tutta la prima serata per celebrarne la cattura. Non capisco perché l’abbia fatto. L’arresto del capo mafia costituisce un fatto eccezionale di per sé, ma

La Prudenza della Premier

Qualche volta capita anche a me di chiedermi come mai la signora Meloni, ora che è al governo, non faccia le stesse cose che diceva avrebbe fatto quando era in campagna elettorale, specie in materia d

bottom of page