• Giglio Reduzzi

Il presunto errore di Salvini

Per quel poco che vale, io non sono tra coloro che dicono che Matteo Salvini ha fatto male a gettare la spugna.

(E magari sono gli stessi che da tempo lo invitavano a farlo.)

Anzi, sempre per quel poco che vale, sono tra coloro che gli rimproverano di essere stato sin troppo paziente con il volubile partner di governo.

Specialmente dopo il rivoluzionario risultato delle elezioni europee.

Una chiara anticipazione di quello che avrebbero fornito le elezioni politiche.

(Cosa c’è di più politico dell’esito di elezioni europee, se non il nome?)

Solo menti machiavelliche come quelle di Renzi e Franceschini avrebbero immaginato che il Capo dello Stato, anziché indire nuove elezioni, avrebbe architettato l’escamotage cui poi è di fatto ricorso.

Matteo Salvini, italiano pure lui, ma di scuola lombardo-veneta, non sarebbe mai arrivato ad immaginare un simile machiavello!

L’unico suo errore è stato convocare, già a fine agosto, una riunione di protesta per il 19 ottobre, implicitamente ammettendo che il governo definito abusivo potesse durare tutto quel tempo.

10 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Un fior di occasione

Sergio Mattarella ha sempre detto che al governo voleva un’alleanza coesa? Bene, adesso ha un fior di occasione per farlo, dando l’incarico al Centro-Destra. Infatti non può negare che un governo di C

Il ruolo dell'Opposizione

Francamente non capisco perché il Centro Destra vorrebbe far cadere questo governo, ma al tempo stesso dice che voterà a favore del provvedimento governativo volto, nelle intenzioni, a “ristorare” i l

Mission accomplished

Complice il COVID ho letto un altro di quei libri che in condizioni normali non avrei mai letto (il titolo non mi entusiasmava), ma ora sono contento di averlo fatto. Si tratta de “La capanna di padre

Call

T: 

Contact

Follow me

© 2023 by Nicola Rider.
Proudly created with
Wix.com
 

  • Facebook Clean
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now