• Giglio Reduzzi

L'Islam moderato


L’Islam moderato esiste solo come deviazione dalla “retta via” indicata dal Corano.

L’espressione “Islam moderato” è una locuzione di comodo forgiata in Occidente per giustificare l’assenza di contrasto al processo di islamizzazione in atto e, spesso, la vendita di armi a dittatori musulmani.

Curiosa questa svolta: da sparare agli invasori islamici (sulle coste italiane sono tuttora presenti centinaia di torri saracene), nel giro di alcuni decenni siamo passati a consegnare loro le armi sulla porta di casa.

Per quanto concerne l’Italia, è anche singolare notare che l’unico dittatore musulmano con cui il nostro governo non va d’accordo (a motivo del caso Regeni) è il solo che abbia osato chiedere alle massime autorità islamiche una riforma in senso democratico della legge coranica.

Parlo di Abdel Fattah el Sisi, la cui propensione per un Islam riformato è ricordata da don Mario Portella nel suo libro (non ancora tradotto in italiano) “Islam: a religion of peace?”

12 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

E’ evidente che ai dirigenti della RAI non importa un fico secco della salute mentale dei cittadini. Altrimenti eviterebbero di accrescere l’ansia degli ascoltatori fornendo notizie terribili su situa

Sono molti i leghisti che si chiedono cosa aspetta Salvini a negare la fiducia a questo governo. Spero solo che non siano gli stessi che già lo volevano fuori dal governo nel 2019, salvo poi criticarl

La ricerca degli effettivi titolari e/o beneficiari di alcuni beni patrimoniali italiani è stata lunga e faticosa. Lo apprendiamo dai giornali a seguito dell’iniziativa governativa di sanzionare gli o