• Giglio Reduzzi

L'Islam moderato


L’Islam moderato esiste solo come deviazione dalla “retta via” indicata dal Corano.

L’espressione “Islam moderato” è una locuzione di comodo forgiata in Occidente per giustificare l’assenza di contrasto al processo di islamizzazione in atto e, spesso, la vendita di armi a dittatori musulmani.

Curiosa questa svolta: da sparare agli invasori islamici (sulle coste italiane sono tuttora presenti centinaia di torri saracene), nel giro di alcuni decenni siamo passati a consegnare loro le armi sulla porta di casa.

Per quanto concerne l’Italia, è anche singolare notare che l’unico dittatore musulmano con cui il nostro governo non va d’accordo (a motivo del caso Regeni) è il solo che abbia osato chiedere alle massime autorità islamiche una riforma in senso democratico della legge coranica.

Parlo di Abdel Fattah el Sisi, la cui propensione per un Islam riformato è ricordata da don Mario Portella nel suo libro (non ancora tradotto in italiano) “Islam: a religion of peace?”

12 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Salvini "Defensor Fidei" ?

Coloro che esprimono meraviglia per il fatto che Salvini sia rimasto l’unico (insieme all’ex boyscout Renzi) a difendere i valori del cristianesimo nell’aula del Senato dimostrano di avere la memori

L'uomo dei record

Esiste un uomo che è diventato Premier di un grande Paese senza aver mai fatto politica, neppure a livello comunale? Sì, è italiano e si chiama Giuseppe Conte. Esiste un uomo capace, in due anni conse

Nuove delusioni

La mia passione per la politica viene da lontano. Quando i miei compagni d’università andavano in Svezia per godere della maggior libertà sessuale ivi praticata, io, cretino, andavo a Londra per veder