top of page
  • Immagine del redattoreGiglio Reduzzi

"La più bella del mondo"?


Nonostante i rappresentanti della sinistra considerino la Costituzione vigente come “la più bella del mondo”, personalmente ritengo che sarebbe ora e tempo di cambiarla.

Ho già espresso le ragioni nel mio post del 29 agosto scorso “Liberiamoci dei Mantra”.

Ma ce n’è una in più e riguarda nientemeno che l’articolo di apertura.

Laddove dice che “L’Italia è una Repubblica democratica fondata sul lavoro”.

Una frase priva di un significato preciso (cosa vuol dire “lavoro” in questo contesto?), ispirata alle varie costituzioni socialiste che allora (1947) crescevano come i funghi in tutta Europa, ma che non si aveva il coraggio di imitare pedissequamente.

Pare (secondo quanto dichiarato dal massimo scrittore cattolico italiano Vittorio Messori) che questa espressione sia stata introdotta dal “cattocomunista” Giuseppe Dossetti, come compromesso tra quella che avrebbero voluto i comunisti e quella che era stata avanzata dai democristiani e che recitava “L’Italia è una Repubblica democratica fondata sulla famiglia”.

7 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Magistrati e Migranti

Perché il giudice di Catania sbaglia. Non è in suo potere verificare la compatibilità delle leggi ordinarie italiane con il diritto comunitario. Al massimo, se vuole, può raffrontarle con la Costituzi

Matteo Messina Denaro

Martedì sera (25 settembre) RAI3 ha dedicato tutta la prima serata per celebrarne la cattura. Non capisco perché l’abbia fatto. L’arresto del capo mafia costituisce un fatto eccezionale di per sé, ma

La Prudenza della Premier

Qualche volta capita anche a me di chiedermi come mai la signora Meloni, ora che è al governo, non faccia le stesse cose che diceva avrebbe fatto quando era in campagna elettorale, specie in materia d

bottom of page