• Giglio Reduzzi

Le "restrizioni" governative da COVID-19

In tempi di epidemia come quello che stiamo attraversando, entrare nel dettaglio delle restrizioni sino a stabilire quando e con chi puoi intrattenerti, quali aziende possono stare aperte e quali chiuse, quali sport si possono praticare e quali no, ecc. è tipico degli esecutivi di sinistra.

I governi liberali non entrano mai nei particolari: fissano quale distanza minima debba essere mantenuta tra una persona e l’altra e lascia che siano i cittadini stessi a trarre le conclusioni che ne conseguono.

Inutile dire che il tennis si può praticare ed il pugilato no.

Lo sanno tutti che non si può picchiare a distanza.

Oltretutto a voler essere troppo precisi, si finisce sempre per dimenticare qualche cosa.

Per esempio il governo in carica si è dimenticato che i ragazzi, quando vanno a scuola, debbono attraversare quell’autentico collo di bottiglia che è rappresentato dall’autobus e che, pertanto, a poco o nulla serve che siano ben distanziati all’interno dell’aula.

27 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Da che parte sta Dio?

Dicono che il Papa, in quanto tale, goda dell’assistenza costante dello Spirito Santo, grazie alla quale può, in certi casi, diventare infallibile. Essendo egli il vicario di Cristo mi pare giusto che

Come riconoscere i migranti "buoni"

Come distinguere i migranti buoni dai cattivi. E’ molto semplice. Basta guardare il sesso e l’età. Se sono maschi sotto i vent’anni, sono migranti in cerca di fortuna che scappano da casa o sono incor

Auspici per il Nuovo Anno

Non so Voi, ma io mi accontenterei di un Nuovo Anno che ci regalasse: 1. Un Capo dello Stato rispettato in Italia ed all’estero e che non debba ricorrere all’interprete anche solo per dire “Buo