• Giglio Reduzzi

Ma che modo di votare!

Votare per posta, come è stato fatto in USA per l’elezione del Presidente, non può essere la regola.

Può solo essere un’eccezione alla regola, come fu originariamente concepita, allo scopo di permettere l’esercizio del diritto di voto alle migliaia di soldati in giro per il mondo.

Sono sicuro che Joe Biden, benchè probabilmente sia stato favorito da questa modalità di voto, una volta al potere sarà il primo a promuovere una riforma delle leggi elettorali che limiti questo modo anomalo di votare.

L’ho detto ai miei amici americani ed anche coloro che hanno votato per Biden si sono detti d’accordo.

17 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

La Chiesa mi ha fregato!

E dire che pochi sono cresciuti all’ombra del campanile come è stato per me. Prima di laurearmi, l’Università Cattolica di Milano mi ha fatto recitare il giuramento antimodernista di Pio X. Adesso, se

I "Salvataggi" delle ONG

Sono passati anni da quando una brava persona come il card. Robert Sarah, arcivescovo senegalese, rivelò al mondo come avveniva (e tuttora avviene) il trasferimento via gommone dei clandestini dalle c

E dovremmo pure vantarcene?

Riassumendo: 1. Il controllo dei confini è sospeso. Chiunque bussi alla nostra porta è benvenuto. Se hai vent’anni, ma dichiari di averne sedici, ti crediamo sulla parola. I documenti non servono.