• Giglio Reduzzi

Ma la RAI no

In quanto persona ricca che ha soldi da buttare, Urbano Cairo può permettersi il lusso di mantenere inalterata la linea editoriale della sua trasmittente televisiva, a costo di perdere ascolti.

Sono affari suoi, anche se personalmente sono convinto che l’allontanamento di personaggi che si sono sempre caratterizzati (e continuano ad esserlo) per il loro odio per Berlusconi e Salvini farebbe schizzare in alto gli ascolti.

Ma la RAI no. La RAI vive con i nostri soldi e trovo altamente anacronistico che continui ad affidare un’intera rete agli eredi di quel PCI cui l’aveva concessa decenni fa, quando rappresentava una parte consistente dell’elettorato.

Se proprio la RAI non può fare a meno dei partiti, ridistribuisca le carte alla luce del mutato panorama politico, in modo che i due partiti ora al comando ricevano la stessa rappresentanza che avevano i loro predecessori.



12 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Da che parte sta Dio?

Dicono che il Papa, in quanto tale, goda dell’assistenza costante dello Spirito Santo, grazie alla quale può, in certi casi, diventare infallibile. Essendo egli il vicario di Cristo mi pare giusto che

Come riconoscere i migranti "buoni"

Come distinguere i migranti buoni dai cattivi. E’ molto semplice. Basta guardare il sesso e l’età. Se sono maschi sotto i vent’anni, sono migranti in cerca di fortuna che scappano da casa o sono incor

Auspici per il Nuovo Anno

Non so Voi, ma io mi accontenterei di un Nuovo Anno che ci regalasse: 1. Un Capo dello Stato rispettato in Italia ed all’estero e che non debba ricorrere all’interprete anche solo per dire “Buo