• Giglio Reduzzi

No, tu no

La prossima settimana Giuseppe Conte convocherà “le migliori forze del Paese” (così ha detto) per redigere insieme a loro l’agenda economica dei prossimi mesi, anzi anni.

Immagino che Matteo Salvini sarà escluso dalla riunione, in quanto egli, secondo Conte, non fa parte di quella cerchia.

Tutt’altro: egli rappresenta il peggio del peggio avendo, secondo il Premier, anteposto il proprio tornaconto a quello della Nazione.

Così diceva l’agosto scorso nella solennità del Senato.

Pertanto egli è l’ultima persona che dovrebbe presentarsi all’incontro dei migliori.

L’unico modo per accoglierlo è chiedergli scusa.

Non ce n’è un altro. E’ la contradizion che nol consente.

16 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Bergoglio e Mattarella

Duole dirlo, ma la triste realtà è che nessuno dei due ci ama. Non ci ama il Capo dello Stato italiano, perché, se ci amasse davvero, non avrebbe mandato al governo degli incapaci, pur di far contenta

Sono Giorgia

Ho letto il libro di Giorgia Meloni. Quanta cultura! E poi dicono che la cultura è solo di sinistra. Chi in Parlamento può dire di aver letto la metà dei libri che ha letto lei, magari in lingua origi

La Chiesa mi ha fregato!

E dire che pochi sono cresciuti all’ombra del campanile come è stato per me. Prima di laurearmi, l’Università Cattolica di Milano mi ha fatto recitare il giuramento antimodernista di Pio X. Adesso, se