• Giglio Reduzzi

Notiziari ansiogeni

Mi chiedono come sto.

Sto come può stare uno che ha appena sentito dire dal telegiornale che:

· a Kabul c’è il fuggi-fuggi generale, l’aeroporto è assediato, i terroristi sparano sulla folla,

· il Nord d’Italia è alluvionato,

· il Sud invece brucia, preda degli incendi per lo più dolosi,

· i prodotti agricoli scampati alle bizze del tempo non trovano raccoglitori, per via del reddito di cittadinanza,

· i ghiacciai si sciolgono e le città litorali sono a rischio,

· in cielo c’è un asteroide che minaccia di colpire la Terra,

· un sacco di animali sono in via d’estinzione, vittime della siccità e dei bracconieri,

· l’epidemia COVID imperversa e già si parla di quarta ondata e terza vaccinazione,

· Lampedusa è invasa da falsi profughi, mentre a Roma arrivano, a migliaia, quelli veri dell’Afganistan,

· in Sicilia un uomo ha ucciso la ragazza che l’aveva rifiutato sparandole da lontano, per non superare il limite impostogli dal giudice.

Ho dimenticato qualcosa?

Poi mi chiedono come sto.

82 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Mi pare giusto che il governo si dia da fare per trovare alternative alla fornitura del gas russo. Ma ritengo che dovrebbe farlo senza sbandieramenti, anzi di nascosto, visto che si tratta di porre r

Un esempio lampante di quanto lo Stato rincorra la modernità -o dica di farlo-, ma rimanga sempre indietro si trova nel modo in cui ci fa votare. Che è rimasto uguale a quello prescritto quando furono

Certo, la guerra lascerebbe attoniti con qualunque modalità venisse svolta, ma quello che nel conflitto russo/ucraino fa più impressione è vedere che i combattimenti (per ora) avvengono con gli stessi