• Giglio Reduzzi

Nuovo cambio di targa?

Aggiornato il: 29 ago 2018

Morto il PCI, si pose il problema di cosa fare dei locali sparsi nei vari comuni d’Italia (e più numerosi degli uffici postali) dove si riunivano gli iscritti.

Mancando il coraggio di chiudere bottega od elaborare una ideologia alternativa, si decise di limitarsi a cambiare la denominazione dei locali.

E così nacque il PDS, che poi si trasformò in DS.

Poi venne la grande pensata: uniamoci con il PPI e formiamo un nuovo partito.

E così nacque il PD.

Stessi locali, ma nuova targa sulla porta.

Ma ora i locali (circa 6000) sono di nuovo vuoti.

Si ripropone il problema di cosa farne.

Il segretario pro tempore Martina propone di usare i locali per dare ripetizioni agli studenti, metterci gli attrezzi per pulire le città, ecc.

Insomma far vedere che il PD finalmente farà qualcosa di utile alla società.

Mi sembra una buona idea.




5 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Progredire non è trasgredire

L’esperienza di vita dovrebbe averci insegnato che i dieci comandamenti sono cosa buona e giusta anche per i non credenti. Lo stesso dicasi per alcuni valori naturali che stanno alla base di un’ordina

Ecumenismo ed ultra-ecumenismo

La svolta ultra-ecumenica verificatasi con la Dichiarazione di Abu Dhabi (che mette tutte le religioni sullo stesso piano) è frutto esclusivo di questo papato ed ha colto tutti di sorpresa. Non sarei

Omosessualità no, ma....

La recente dichiarazione della Congregazione per la Dottrina della Fede (CDF) che nega ai sacerdoti la facoltà di benedire le coppie omosessuali, essendo di un’ovvietà assoluta, era del tutto superflu

Call

T: 

Follow me

© 2023 by Nicola Rider.
Proudly created with
Wix.com
 

  • Facebook Clean
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now