• Giglio Reduzzi

Nuovo cambio di targa?

Aggiornamento: 29 ago 2018

Morto il PCI, si pose il problema di cosa fare dei locali sparsi nei vari comuni d’Italia (e più numerosi degli uffici postali) dove si riunivano gli iscritti.

Mancando il coraggio di chiudere bottega od elaborare una ideologia alternativa, si decise di limitarsi a cambiare la denominazione dei locali.

E così nacque il PDS, che poi si trasformò in DS.

Poi venne la grande pensata: uniamoci con il PPI e formiamo un nuovo partito.

E così nacque il PD.

Stessi locali, ma nuova targa sulla porta.

Ma ora i locali (circa 6000) sono di nuovo vuoti.

Si ripropone il problema di cosa farne.

Il segretario pro tempore Martina propone di usare i locali per dare ripetizioni agli studenti, metterci gli attrezzi per pulire le città, ecc.

Insomma far vedere che il PD finalmente farà qualcosa di utile alla società.

Mi sembra una buona idea.




5 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

E’ evidente che ai dirigenti della RAI non importa un fico secco della salute mentale dei cittadini. Altrimenti eviterebbero di accrescere l’ansia degli ascoltatori fornendo notizie terribili su situa

Sono molti i leghisti che si chiedono cosa aspetta Salvini a negare la fiducia a questo governo. Spero solo che non siano gli stessi che già lo volevano fuori dal governo nel 2019, salvo poi criticarl

La ricerca degli effettivi titolari e/o beneficiari di alcuni beni patrimoniali italiani è stata lunga e faticosa. Lo apprendiamo dai giornali a seguito dell’iniziativa governativa di sanzionare gli o