• Giglio Reduzzi

Papa o leader politico?

E’ da quando, appena eletto Papa, ci ha salutato con quel “Buona Sera”, invece che con “Sia lodato Gesù Cristo” che ci è apparso chiaro sin dall’inizio come, più che ad un capo religioso, fossimo davanti ad un leader politico.

Ed è stato proprio così per tutti i successivi otto anni.

L’ultima prova ce la fornita il giorno di Natale quando, invece di lamentare la mancanza di vocazioni religiose, frequentazione delle chiese, accesso ai sacramenti, ci ha laicamente spronato ad incrementare il saggio di natalità.

E condendo la sua raccomandazione con quella, divenuta ossessiva (e criticata persino nel suo inner circle), dell’accoglienza no limit ai migranti.

22 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Dicono che il Papa, in quanto tale, goda dell’assistenza costante dello Spirito Santo, grazie alla quale può, in certi casi, diventare infallibile. Essendo egli il vicario di Cristo mi pare giusto che

Come distinguere i migranti buoni dai cattivi. E’ molto semplice. Basta guardare il sesso e l’età. Se sono maschi sotto i vent’anni, sono migranti in cerca di fortuna che scappano da casa o sono incor

Non so Voi, ma io mi accontenterei di un Nuovo Anno che ci regalasse: 1. Un Capo dello Stato rispettato in Italia ed all’estero e che non debba ricorrere all’interprete anche solo per dire “Buo