• Giglio Reduzzi

Paradosso italiano

Come se le calamità naturali non bastassero, ce ne creiamo altre con le nostre mani.

Per esempio, costruiamo una burocrazia gigantesca, assumendo venti persone -ed inventando altrettanti passaggi- dove ne basterebbero due.

Poi ci accorgiamo che la struttura è troppo grande ed è più d’intralcio che d’aiuto.

Allora cerchiamo affannosamente di bypassarla creandone una più snella, chiamata “commissariale”.

Più paradosso di così.

9 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Se davvero si vuole riformare la Scuola (come sarebbe ora e tempo di fare) occorre preliminarmente prendere due iniziative rivoluzionarie, che sarà dura far passare in Parlamento: a) togliere v

Pare che Bruxelles abbia chiesto a Giorgia Meloni di far sbarcare in Italia i migranti presenti sulle navi ONG. Spero che il nostro nuovo Premier abbia risposto picche, perché sbarco non significa sal

Stringe il cuore percorrere i viali delle vecchie “zone industriali” e vedere che due capannoni su tre sono chiusi. Vuoi perché l’attività produttiva che vi si svolgeva è finita all’estero o perché è