• Giglio Reduzzi

Porporati bergogliani

Non ci resta che rassegnarci.

E’ la conclusione cui sono giunto dopo aver passato in rassegna la lista dei nuovi porporati e letto i commenti dei giornalisti definiti “vaticanisti”.

Tutti i neo cardinali sono etichettati come “bergogliani”.

Il che vuol dire che chi di noi riteneva che il presente pontificato fosse una specie di pausa pranzo, dopo di che avemmo di nuovo avuto un pontificato in stile tradizionale, si sbagliava di grosso.

Infatti, con l’ultima infornata di porporati, il relativismo etico proprio di questo pontificato sembra destinato a continuare (e magari a radicalizzarsi) con il Papa che uscirà dal prossimo conclave.

Pazienza. Ci eravamo illusi.

Io però continuerò a frequentare la Chiesa, come mi avevano insegnato a fare da piccolo, a costo di farmi insultare.

Se però fossi più giovane ed abitassi in una cittadina americana, dove è normale trovarsi di fronte ad una pluralità di confessioni religiose, ci penserei bene prima di scegliere quella cattolica!

7 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Da che parte sta Dio?

Dicono che il Papa, in quanto tale, goda dell’assistenza costante dello Spirito Santo, grazie alla quale può, in certi casi, diventare infallibile. Essendo egli il vicario di Cristo mi pare giusto che

Come riconoscere i migranti "buoni"

Come distinguere i migranti buoni dai cattivi. E’ molto semplice. Basta guardare il sesso e l’età. Se sono maschi sotto i vent’anni, sono migranti in cerca di fortuna che scappano da casa o sono incor

Auspici per il Nuovo Anno

Non so Voi, ma io mi accontenterei di un Nuovo Anno che ci regalasse: 1. Un Capo dello Stato rispettato in Italia ed all’estero e che non debba ricorrere all’interprete anche solo per dire “Buo