• Giglio Reduzzi

Premier inadatto

Aggiornamento: 9 apr 2020

Dicevano che Berlusconi era inadatto (unfit) a governare.

Forse che Conte lo è?

Il suo zigzagare da una posizione estremistica all’altra, in materia di coronavirus, non è dovuto al carattere inedito del fenomeno, ma al fatto che lui è costituzionalmente inadatto al ruolo.

Infatti fece esattamente la stessa cosa quando si trattò di elaborare la manovra di bilancio, che non era nulla di nuovo.

Al mattino annunciava una tassa e la sera la cancellava; oppure ne rinviava l’applicazione a metà anno, a seconda della reazione che suscitava l’annuncio del mattino. Improvvido anche quello.

Le riunioni che convoca a Palazzo Chigi durano tredici ore. Quelle che ne durano solo tre vengono definite “sveltine”.

Siamo di fronte ad una crisi che farebbe tremare le vene ed i polsi anche ad uno statista come Alcide De Gasperi.

Figuriamoci quale effetto essa possa avere su di un Premier che nel suo curriculum non reca traccia di alcuna previa esperienza politica, nonostante la riconosciuta infiorettatura.

Se mai meraviglia che il Capo dello Stato lo lasci fare.

Lui di sua iniziativa non farà mai un passo indietro. Troppo ambizioso per farlo.

L’ho visto recarsi a Palazzo Chigi: camminava in mezzo alla strada circondato da una mezza dozzina di guardie del corpo, alcune delle quali camminavano all’indietro, per assicurargli una maggiore copertura.

Quando mai riceverà un trattamento del genere, dopo che sarà tornato a vita privata?

Prima se ne va meglio è.



39 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Da che parte sta Dio?

Dicono che il Papa, in quanto tale, goda dell’assistenza costante dello Spirito Santo, grazie alla quale può, in certi casi, diventare infallibile. Essendo egli il vicario di Cristo mi pare giusto che

Come riconoscere i migranti "buoni"

Come distinguere i migranti buoni dai cattivi. E’ molto semplice. Basta guardare il sesso e l’età. Se sono maschi sotto i vent’anni, sono migranti in cerca di fortuna che scappano da casa o sono incor

Auspici per il Nuovo Anno

Non so Voi, ma io mi accontenterei di un Nuovo Anno che ci regalasse: 1. Un Capo dello Stato rispettato in Italia ed all’estero e che non debba ricorrere all’interprete anche solo per dire “Buo