• Giglio Reduzzi

Salvinisti e Sandinisti

Papa Francesco ha inaugurato l’anno nuovo dicendo che è meglio essere atei che cattivi cristiani.

Secondo lui, essere cattivi cristiani significa non essere allineati con il suo pensiero.

Personalmente mi ritengo un buon cristiano senza essere bergogliano.

Preferisco essere salvinista piuttosto che sandinista.

E coloro che hanno i capelli grigi sanno di cosa parlo.

“Sandinista” era il sacerdote del Nicaragua (Fernando Cardenal), scomunicato da papa Giovanni Paolo II (per le sue posizioni di estrema sinistra) e riabilitato –guarda caso- da papa Bergoglio.

Purtroppo non ci sono più i presbiteri di una volta, se no molti di loro non mancherebbero di prendere le distanze da questi messaggi, che suonano come bastonate in testa ai cattolici non bergogliani.

Con buona pace della tanto invocata misericordia.



50 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

E’ evidente che ai dirigenti della RAI non importa un fico secco della salute mentale dei cittadini. Altrimenti eviterebbero di accrescere l’ansia degli ascoltatori fornendo notizie terribili su situa

Sono molti i leghisti che si chiedono cosa aspetta Salvini a negare la fiducia a questo governo. Spero solo che non siano gli stessi che già lo volevano fuori dal governo nel 2019, salvo poi criticarl

La ricerca degli effettivi titolari e/o beneficiari di alcuni beni patrimoniali italiani è stata lunga e faticosa. Lo apprendiamo dai giornali a seguito dell’iniziativa governativa di sanzionare gli o