• Giglio Reduzzi

Stiamo tornando a Togliatti?

Aggiornamento: 14 giu 2020


Ho la netta sensazione (anzi una quasi certezza) che i deputati del M5S, nonostante siano giovani (cioè godano dell’età in cui si è più propensi degli altri a cambiare il mondo), in realtà siano i meno ideologizzati di tutti e che, quando lo sono, siano fermi sulle posizioni vetero-comuniste e pre-rivoluzionarie che persino i cinesi hanno abbandonato.

Lo deduco dal fatto che, mentre la Cina (non diversamente dalla Russia) difende a spada tratta le sue aziende, i rappresentanti del M5S , più che supportarle, le sopportano.

Come i comunisti di una volta. Quelli duri e puri di Togliatti.

20 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

E’ evidente che ai dirigenti della RAI non importa un fico secco della salute mentale dei cittadini. Altrimenti eviterebbero di accrescere l’ansia degli ascoltatori fornendo notizie terribili su situa

Sono molti i leghisti che si chiedono cosa aspetta Salvini a negare la fiducia a questo governo. Spero solo che non siano gli stessi che già lo volevano fuori dal governo nel 2019, salvo poi criticarl

La ricerca degli effettivi titolari e/o beneficiari di alcuni beni patrimoniali italiani è stata lunga e faticosa. Lo apprendiamo dai giornali a seguito dell’iniziativa governativa di sanzionare gli o