top of page
  • Immagine del redattoreGiglio Reduzzi

Testimonianza di padre Silvio Roggia

Aggiornamento: 19 mag 2019

Mi ha fatto piacere sapere che nella Gerarchia Cattolica, accanto a chi, compreso il suo Capo, ci invita quotidianamente ad accogliere i migranti, ci sono, almeno in Africa, persone che cercano di fermarli.

Parlo dei missionari, il cui tentativo di impedire l’esodo dei giovani -essendo mirato a risparmiare loro una grande delusione- forse non porta alla cristianizzazione dell’Africa, ma certo non favorisce l’islamizzazione dell’Europa.

Significativa a questo riguardo è la testimonianza di padre Silvio Roggia, che riporto qui di seguito per comodità dei miei lettori, benché Internet non manchi di presentarne altre, insieme a quelle dell’associazione VIS, che sta per “Volontariato Internazionale per lo Sviluppo”.

Come dicevo, lo scopo principale di padre Roggia e dei volontari del VIS è di evitare che questi poveri ragazzi, una volta raggiunta a caro prezzo l’Europa, si accorgano che, dopo l’accoglienza iniziale, la maggior parte di loro si troveranno a vivere in situazioni peggiori di quelle che avevano lasciato.

Per esempio a dormire sotto un ponte a zero gradi, invece che sotto una palma a venti gradi.

Ecco la testimonianza:





31 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Magistrati e Migranti

Perché il giudice di Catania sbaglia. Non è in suo potere verificare la compatibilità delle leggi ordinarie italiane con il diritto comunitario. Al massimo, se vuole, può raffrontarle con la Costituzi

Matteo Messina Denaro

Martedì sera (25 settembre) RAI3 ha dedicato tutta la prima serata per celebrarne la cattura. Non capisco perché l’abbia fatto. L’arresto del capo mafia costituisce un fatto eccezionale di per sé, ma

La Prudenza della Premier

Qualche volta capita anche a me di chiedermi come mai la signora Meloni, ora che è al governo, non faccia le stesse cose che diceva avrebbe fatto quando era in campagna elettorale, specie in materia d

bottom of page