• Giglio Reduzzi

Tutti gli errori del Presidente

Aggiornamento: 16 giu 2020


Non ricordo quando scade il mandato di Sergio Mattarella.

Ma so di certo che, non appena scadrà, anche coloro che l’hanno sempre difeso si scateneranno contro di lui.

Come è sempre puntualmente avvenuto con i presidenti di prima.

Quando sono in carica, i detrattori stanno zitti, quando scadono, si sfogano.

Certo, nel caso di Mattarella, i critici avranno qualche motivo in più.

Basterà che ricordino come egli abbia permesso la nascita di ben due governi, mettendo insieme, in entrambi i casi (quindi con la reiterazione che viene solitamente definita diabolica), due fazioni tra loro contrapposte, quasi dovessero formare un gabinetto di guerra. E difatti guerra fu.

Poi si rifiutò di sciogliere il CSM con l’incredibile motivazione che l’ente era sì marcio, ma operante.

Quasi che l’operatività fosse motivo sufficiente a coprire i danni della conclamata e protratta corruzione.

Infine, nel caso dell’attuale Presidente, i critici saranno anche più numerosi del solito, perché agli anti-mattarellani si uniranno gli anti-renziani, dato che, come noto, Mattarella fu proposto in solitaria da Matteo Renzi, a costo di inimicarsi l’allora influente Berlusconi.

37 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

E’ evidente che ai dirigenti della RAI non importa un fico secco della salute mentale dei cittadini. Altrimenti eviterebbero di accrescere l’ansia degli ascoltatori fornendo notizie terribili su situa

Sono molti i leghisti che si chiedono cosa aspetta Salvini a negare la fiducia a questo governo. Spero solo che non siano gli stessi che già lo volevano fuori dal governo nel 2019, salvo poi criticarl

La ricerca degli effettivi titolari e/o beneficiari di alcuni beni patrimoniali italiani è stata lunga e faticosa. Lo apprendiamo dai giornali a seguito dell’iniziativa governativa di sanzionare gli o