• Giglio Reduzzi

Un governo amico

Ieri un giudice ha emesso una sentenza che tutti gli italiani hanno ritenuto incredibile. Alludo al caso Marco Vannini.

Non è la prima volta che i cittadini si trovano di fronte a giudizi strabilianti.

Ma è la prima volta che, al cospetto di una sentenza stravagante, ben due ministri in carica promettono di andare a fondo.

E dire che si tratta, per entrambi i ministri, di persone abituate a parteggiare sempre e comunque per la Magistratura.

Per me questo è un grande segnale.

I governi precedenti non si sono mai occupati dei sentimenti della popolazione: i cittadini volevano una cosa ed il governo ne faceva un’altra.

Un esecutivo che sta dalla parte dei cittadini è una novità assoluta per gli italiani.

Fosse stata una consuetudine, non sarebbe nata neppure la Mafia.

Perchè i padrini sono nati apposta per dare ai cittadini quella giustizia che non riuscivano ad ottenere dalle autorità legalmente costituite.

Almeno così era in origine.

14 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Bergoglio e Mattarella

Duole dirlo, ma la triste realtà è che nessuno dei due ci ama. Non ci ama il Capo dello Stato italiano, perché, se ci amasse davvero, non avrebbe mandato al governo degli incapaci, pur di far contenta

Sono Giorgia

Ho letto il libro di Giorgia Meloni. Quanta cultura! E poi dicono che la cultura è solo di sinistra. Chi in Parlamento può dire di aver letto la metà dei libri che ha letto lei, magari in lingua origi

La Chiesa mi ha fregato!

E dire che pochi sono cresciuti all’ombra del campanile come è stato per me. Prima di laurearmi, l’Università Cattolica di Milano mi ha fatto recitare il giuramento antimodernista di Pio X. Adesso, se