top of page
  • Immagine del redattoreGiglio Reduzzi

Un governo sotto tutela

Dato che l’opposizione a Meloni procede in ordine sparso e dunque è di fatto inesistente, il Capo dello Stato ha ritenuto suo dovere assumerne l’interim.

Tanto più che lui non si è mai fidato del centro-destra ed ha sempre fatto di tutto per ritardarne la salita al potere.

Non si spiega altrimenti il suo insolito attivismo sul versante estero, laddove la Costituzione gli assegna qualche facoltà in più, rafforzando i già stretti legami con Macron e con la Von Der Leyen.

In tal modo esercitando sulla politica estera una tutela che non aveva mai avuto neppure ai tempi di Luigi di Maio.

110 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Magistrati e Migranti

Perché il giudice di Catania sbaglia. Non è in suo potere verificare la compatibilità delle leggi ordinarie italiane con il diritto comunitario. Al massimo, se vuole, può raffrontarle con la Costituzi

Matteo Messina Denaro

Martedì sera (25 settembre) RAI3 ha dedicato tutta la prima serata per celebrarne la cattura. Non capisco perché l’abbia fatto. L’arresto del capo mafia costituisce un fatto eccezionale di per sé, ma

La Prudenza della Premier

Qualche volta capita anche a me di chiedermi come mai la signora Meloni, ora che è al governo, non faccia le stesse cose che diceva avrebbe fatto quando era in campagna elettorale, specie in materia d

bottom of page