• Giglio Reduzzi

Una Costituzione da modificare

Lo so: autorizzare la formazione di un nuovo governo senza passare attraverso una verifica popolare sarebbe costituzionalmente corretto, ma rimarrebbe una porcata.

Ciò che occorre cambiare è la Costituzione, almeno nel punto in cui lascia al Capo dello Stato la nomina dei ministri.

Infatti, a Costituzione vigente, nulla impedirebbe a Sergio Mattarella, pur in presenza di una conferma del favore popolare per Matteo Salvini, di non conferire a lui l’incarico di formare il nuovo governo oppure, come ha già fatto con quello attuale, di modificare a suo piacimento la composizione della compagine governativa suggerita dal vincitore delle elezioni.

Tanto più che il Capo dello Stato non ha mai nascosto la sua personale avversione per il capitano della Lega.

4 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Da che parte sta Dio?

Dicono che il Papa, in quanto tale, goda dell’assistenza costante dello Spirito Santo, grazie alla quale può, in certi casi, diventare infallibile. Essendo egli il vicario di Cristo mi pare giusto che

Come riconoscere i migranti "buoni"

Come distinguere i migranti buoni dai cattivi. E’ molto semplice. Basta guardare il sesso e l’età. Se sono maschi sotto i vent’anni, sono migranti in cerca di fortuna che scappano da casa o sono incor

Auspici per il Nuovo Anno

Non so Voi, ma io mi accontenterei di un Nuovo Anno che ci regalasse: 1. Un Capo dello Stato rispettato in Italia ed all’estero e che non debba ricorrere all’interprete anche solo per dire “Buo