top of page
  • Immagine del redattoreGiglio Reduzzi

Una polizia a difesa dell'illegalità?

In materia di illegalità, dire che abbiamo toccato il fondo mi pare sia l’unica espressione possibile in questo caso.

E’ ora, a mio avviso, che la Meloni mostri i denti, non per sorridere, come ha fatto sinora, ma per mordere.

Quanto al suo ministro degli interni, egli di feroce ha solo il volto e fa rimpiangere i suoi predecessori, quando parlavano di “sicurezza percepita” e di “aumento delle forze dell’ordine”,

non rendendosi conto che:

a) la sicurezza appare in calo esclusivamente perchè la gente sa che denunciare equivale ad una perdita di tempo,

b) coloro che spacciano la droga non hanno la minima paura delle forze dell’ordine e sono arrivati al punto di essere loro a chiamare la polizia quando vengono disturbati dai coraggiosi inviati delle TV!

Che è tutto dire.

E’ evidente che, più che di aumentare le già numerose forze dell’ordine, si tratta di fare in modo che esse vengano percepite (qui sì sta bene il verbo percepire) con maggior paura da chi delinque.

E’ paradossale che gli inviati delle TV facciano più timore della polizia!

153 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Magistrati e Migranti

Perché il giudice di Catania sbaglia. Non è in suo potere verificare la compatibilità delle leggi ordinarie italiane con il diritto comunitario. Al massimo, se vuole, può raffrontarle con la Costituzi

Matteo Messina Denaro

Martedì sera (25 settembre) RAI3 ha dedicato tutta la prima serata per celebrarne la cattura. Non capisco perché l’abbia fatto. L’arresto del capo mafia costituisce un fatto eccezionale di per sé, ma

La Prudenza della Premier

Qualche volta capita anche a me di chiedermi come mai la signora Meloni, ora che è al governo, non faccia le stesse cose che diceva avrebbe fatto quando era in campagna elettorale, specie in materia d

bottom of page