• Giglio Reduzzi

La democrazia non è per tutti

Aggiornato il: gen 10

Un’altra verità scomoda cui dobbiamo abituarci è che alcuni popoli non sono pronti alla democrazia.

Non conosco la situazione in America Latina, ma so che in Africa ed Asia, ovunque si è cercato di importare la democrazia, è stato fatto un buco nell’acqua, nel senso che le popolazioni stanno peggio di prima.

Mi sembra il caso della Libia e dell’Iraq, dove sono in molti a rimpiangere i deposti dittatori.

Evidentemente il processo di democratizzazione deve avvenire all’interno dei singoli Paesi e secondo determinati tempi, che non sono i nostri.

La ragione, a mio modo di vedere, è che in certe situazioni la democrazia è un lusso. Prima vengono le esigenze alimentari. Ciò che i dittatori generalmente assicurano.

La libertà, che è il frutto principale della democrazia, serve a ben poco se la gente ha fame.

Quando apri la porta della prigione ad un individuo che non sa come procurarsi cibo ed alloggio, non è infrequente che egli chieda di rimanere, perché in tal modo sa che qualcuno si curerà di lui.

Lo stesso avviene al livello degli Stati.










11 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

Papa Francesco è "cristiano"?

Qualche anno fa chiesero a papa Francesco se fosse davvero “cattolico”. La domanda era oziosa, perché era evidente che lo fosse. E difatti egli rispose in modo deciso (ed anche un po’ risentito) di es

Il fuoco di paglia del M5S

Se dovessi raccontare la storia del M5S alle mie nipotine la spiegherei nei termini che seguono. C’era una volta un attore comico brillante che attraeva spettatori sia nei teatri che nelle piazze. Si

Call

T: 

Contact

Follow me

© 2023 by Nicola Rider.
Proudly created with
Wix.com
 

  • Facebook Clean
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now