• Giglio Reduzzi

La democrazia non è per tutti

Aggiornamento: 10 gen 2020

Un’altra verità scomoda cui dobbiamo abituarci è che alcuni popoli non sono pronti alla democrazia.

Non conosco la situazione in America Latina, ma so che in Africa ed Asia, ovunque si è cercato di importare la democrazia, è stato fatto un buco nell’acqua, nel senso che le popolazioni stanno peggio di prima.

Mi sembra il caso della Libia e dell’Iraq, dove sono in molti a rimpiangere i deposti dittatori.

Evidentemente il processo di democratizzazione deve avvenire all’interno dei singoli Paesi e secondo determinati tempi, che non sono i nostri.

La ragione, a mio modo di vedere, è che in certe situazioni la democrazia è un lusso. Prima vengono le esigenze alimentari. Ciò che i dittatori generalmente assicurano.

La libertà, che è il frutto principale della democrazia, serve a ben poco se la gente ha fame.

Quando apri la porta della prigione ad un individuo che non sa come procurarsi cibo ed alloggio, non è infrequente che egli chieda di rimanere, perché in tal modo sa che qualcuno si curerà di lui.

Lo stesso avviene al livello degli Stati.










11 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

E’ evidente che ai dirigenti della RAI non importa un fico secco della salute mentale dei cittadini. Altrimenti eviterebbero di accrescere l’ansia degli ascoltatori fornendo notizie terribili su situa

Sono molti i leghisti che si chiedono cosa aspetta Salvini a negare la fiducia a questo governo. Spero solo che non siano gli stessi che già lo volevano fuori dal governo nel 2019, salvo poi criticarl

La ricerca degli effettivi titolari e/o beneficiari di alcuni beni patrimoniali italiani è stata lunga e faticosa. Lo apprendiamo dai giornali a seguito dell’iniziativa governativa di sanzionare gli o